SMEA srl - sistemi e metodi energia e ambiente - Via XI Maggio 56, 91025 Marsala (TP)
P.IVA 02059460812 - CAP. SOCIALE € 10.329,00 i.v. - Registro delle imprese di Trapani n. REA 142692 - Società non in liquidazione, n.2 soci




Dal 2002 SMEA opera nel settore del risparmio energetico e delle energie alternative offrendo a privati ed aziende competenza, professionalità e affidabilità.

Un servizio completo di consulenza, progettazione, fornitura, installazione e assistenza continuativa negli anni, fanno di Smea una soluzione semplice e sicura per quanti intendono abbracciare il mondo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico.









FOTOVOLTAICO






SOLARE TERMICO



PAVIMENTI RADIANTI









PRODOTTI E SERVIZI PER UN APPROCCIO INTEGRATO AL SISTEMA EDIFICIO/IMPIANTO

Attraverso un'analisi congiunta delle caratteristiche strutturali della casa o azienda e dello storico dei consumi, il team Smea è al tuo servizio per aumentare l'efficienza energetica del tuo impianto e diminuire le tue spese. Un approccio integrato delle tipologie di impianto più adatte al tuo edificio è la soluzione migliore per ottimizzare il tuo risultato energetico.

Smea inoltre ti guida per trovare il finanziamento statale più adatto a contribuire al tuo progetto di sostenibilità energetica. L'uso razionale delle risorse ed il ricorso a fonti rinnovabili, è oggi una questione centrale per il nostro pianeta e per le generazioni future.






I sistemi solari termici producono acqua calda utilizzando l'energia emessa dal sole sotto forma di calore. Il Sole in un'ora irradia più energia sul pianeta di quella che serve all'intera popolazione terrestre in un anno!

L'acqua così prodotta può essere utilizzata come acqua calda sanitaria (bagni, docce etc), ma può anche integrare il calore erogato da un impianto di riscaldamento, oppure può riscaldare grandi masse d'acqua come quelle presenti in una piscina privata o pubblica.

 
Per l'installazione di impianti solari termici è possibile usufruire, alternativamente, della detrazione fiscale per gli interventi di ristrutturazione/riqualificazione energetica o degli incentivi del così detto "conto termico". Queste agevolazioni consentono di abbattere i costi sostenuti per l'installazione di un impianto solare termico, riducendo drasticamente il tempo di ritorno dell'investimento.





L'impianto radiante a pavimento, per il riscaldamento e raffrescamento, prevede l'utilizzo di pannelli radianti che scambiano calore con l'ambiente per effetto del meccanismo dell'irraggiamento e per quello della convezione.

Il sistema è costituito da pannelli in pannelli modulari in materiale isolante appositamente sagomati su cui vengono collocate le serpentine di tubo dove circola il fluido termovettore; il tutto viene coperto da un massetto rinforzato ad alta conducibilità termica. Tutta la superficie del pavimento costituisce quindi l'elemento diffusore.

 
Gli impianti a pannelli radianti sono in grado di offrire diversi vantaggi:

» risparmio energetico (30/40% in meno rispetto ad un sistema ad alta temperatura)
» elevato benessere termico
» aspetto igienico-estetico (non ci sono correnti d'aria calda che sollevano polvere)
» libertà d'arredo
» elevata affidabilità e durata
TROVI LA TUA E-BIKE
presso l'atrio del Municipio di Marsala
Via Garibaldi, 1

Info and help line
+39 3204187030
PEDALARE NON È MAI STATO COSÌ PIACEVOLE!
Andare in giro con le e-bike di SMEA equipaggiate con propulsore BOSCH è facile, devi solo:
Premere il tasto di accensione/spegnimento posto sulla batteria.

Verificare lo stato di carica attraverso i LED di segnalazione sul computer di controllo poi selezionare il profilo di assistenza ed il relativo livello.

Iniziare a pedalare e... go green!
La fatica sarà ridotta dal propulsore elettrico della e-bike che ti assisterà in maniera proporzionale alla pressione esercitata sui pedali. L'assistenza si arresta quando interrompi la pedalata o se superi i 25 Km/h.
        
Dal 2002 SMEA porta avanti il sogno delle energie rinnovabili rappresentando nel mercato una soluzione sicura e semplice per quanti intendono abbracciare il mondo del risparmio energetico.
Attraverso un servizio di consulenza energetica e la realizzazione di impianti finalizzati al risparmio energetico (fotovoltaico, solare termico, climatizzazione radiante, centrali termiche ad alto contenuto tecnologico, ecc..) SMEA si impegna per la promozione di uno stile di vita responsabile e sostenibile.
Con lo stesso spirito oggi, con il patrocinio del Comune di Marsala, rende disponibile un parco bici elettriche di alta qualità a noleggio per cittadini e turisti, PER VIVERE MARSALA IN MANIERA ECOLOGICA, ECONOMICA E SALUTARE SENZA FATICA.

AGEVOLAZIONI FISCALI




La legge n. 296 del 27.12.2006 ha introdotto un'agevolazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti. L'agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d'imposta nella misura del 55% delle spese sostenute, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo, entro un limite massimo di detrazione diverso in relazione a ciascuno degli interventi previsti.

Si tratta di riduzioni dall'Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) e dall'Ires (Imposta sul reddito delle società) concesse per interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti e che riguardano, in particolare, le spese sostenute per:
» la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
» il miglioramento termico dell'edificio (finestre, comprensive di infissi, coibentazioni, pavimenti);
» l'installazione di pannelli solari termici;
» la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
pompe di calore per acs
» la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti alimentati a biomasse.

La SMEA srl offre ai suoi clienti un servizio di consulenza completa per:
» il progetto degli interventi di riqualificazione energetica;
» la realizzazione degli interventi in collaborazione con aziende qualificate del settore;
» la redazione degli elaborati tecnici previsti dalla legge;
» la trasmissione dei documenti all'ENEA con procedura telematica.

La SMEA è in grado di valutare il risparmio energetico atteso dall'intervento, il tempo di ritorno dell'investimento e l'effettivo costo sostenuto in funzione della detrazione concessa.
Mai come ora risparmiare energia e rispettare l'ambiente è stato così conveniente!

Guida alle agevolazioni diffusa dell'Agenzia delle Entrate.


DIAGNOSI ENERGETICA




Oggi la questione dell'uso razionale delle risorse è diventato centrale per il nostro pianeta. Ma per i privati e le aziende che vogliono concorrere a creare un nuovo modello di sviluppo, l'efficienza energetica é anche sinonimo di opportunità e di minori costi.
Lo Stato, le Regioni e l'Europa offrono periodicamente opportunità di finanziare interventi di riqualificazione energetica su immobili aziendali attraverso bandi pubblici.
La SMEA Srl è in grado di assistervi nella ricerca di soluzioni che permettano di ottimizzare e di gestire i consumi energetici e di seguire l'eventuale iter procedurale per ottenere un finanziamento pubblico, sia con tecniche di uso razionale dell'energia, sia con il ricorso a fonti rinnovabili.

I nostri servizi mirano a:
» una corretta progettazione degli impianti ed una accurata scelta dei componenti;
» diminuire i consumi gestionali;
» sensibilizzare gli utenti sul corretto utilizzo degli impianti;
» promuovere l'utilizzo di fonti energetiche alternative.

Attraverso un esame delle caratteristiche strutturali degli edifici aziendali, un'analisi dei consumi storici di energia e la verifica dello stato degli impianti, la SMEA può individuare i possibili interventi di miglioramento dell'efficienza energetica, redigendo uno studio di fattibilità con analisi tecnico-economica e scelta di soluzioni mirate, stima dei consumi attesi e conseguente piano di ammortamento dell'investimento.
Un accurato controllo e monitoraggio dei consumi a seguito degli interventi realizzati completa il servizio offerto, con eventuale suggerimento di manovre correttive nella conduzione degli impianti.


CERTIFICAZIONE ENERGETICA





IL QUADRO NORMATIVO
L'Unione europea, con la direttiva europea 2002/91/CE del 16 dicembre 2002, partendo dalla constatazione che l'energia impiegata nel settore residenziale e terziario rappresenta oltre il 40% del consumo finale di energia della Comunità, ha messo a punto lo strumento della certificazione energetica degli edifici, introdotta al fine di orientare il mercato verso edifici a più alto rendimento energetico.
Con decreto legislativo 192/2005 e successive modifiche ed integrazioni (d.l. 311/06), è stata recepita in Italia la direttiva europea 2002/91/CE, prevedendo la redazione di un Attestato di Certificazione Energetica, al fine di valutare la prestazione energetica di un edificio o di una unità immobiliare. Tale attestato è diventato obbligatorio, a partire dal 1° luglio 2009, per tutte le unità immobiliari oggetto di compravendita o locazione.
La certificazione energetica deve essere redatta secondo le indicazioni contenute nelle "Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici", approvate dal Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con decreto del 26 giugno 2009.
Il Dpr n. 59/2009, emanato in attuazione del D. Lgs. 192/2005, definisce le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti termici. Le nuove norme si applicano all'edilizia pubblica e privata e alle ristrutturazioni di edifici esistenti e adottano - per le metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici - le norme tecniche nazionali della serie UNI/TS 11300.
Il Decreto Legislativo 28/2011 ha modificato le norme nazionali prevedendo l'obbligo di inserire, nei contratti di compravendita e nei contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari, a partire dal 29 marzo 2011, una clausola con la quale l'acquirente o il locatario danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione relativa alla certificazione energetica dell'edificio e l'obbligo di inserire, a partire dal 1° gennaio 2012, l'indice di prestazione energetica negli annunci commerciali di vendita.
Le disposizioni nazionali sulla certificazione energetica trovano applicazione anche nella Regione siciliana che, con decreto del Dirigente generale del Dipartimento dell'energia n. 65 del 3/3/2011, ha emanato disposizioni applicative delle norme nazionali. La norma prevede anche l'affissione all'esterno dell'immobile di una targa che qualifica il livello di efficienza dell'immobile e/o della singola unità abitativa.

L'ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA: A CHI SERVE
L'attestato di certificazione energetica definisce le prestazioni energetiche dell'edificio al momento della redazione dello stesso e viene firmata e sottoscritta sotto la propria responsabilità da un "soggetto certificatore" competente e soprattutto abilitato all'esercizio di tale professione.
La certificazione energetica degli edifici è obbligatoria per tutte le categorie di edifici, nei seguenti casi: » per edifici di nuova costruzione, interventi di ristrutturazione, ampliamento volumetrico nonchè nei casi di recupero dei sottotetti esistenti;
» per gli edifici o per la singola unità immobiliare al fine di accedere ad incentivi ed agevolazioni per riqualificazione energetica;
» nel caso di vendita di edifici o delle singole unità immobiliari;
» nel caso di contratti di affitto, siano essi nuovi o rinnovati, riferiti ad una o più unità immobiliari;
» nel caso di annunci commerciali finalizzati alla vendita o anche all'affitto di edifici o singole unità immobiliari (L.R. 3/2011).

L'attestato di certificazione energetica ha una validità massima di 10 anni, tale validità decade nel momento in cui avvengono opere di ristrutturazione o modifiche dell'immobile stesso.
La SMEA offre il servizio di certificazione energetica del vostro immobile in breve tempo, offrendovi un contatto diretto con il certificatore che effettuerà il sopraluogo dell'immobile.

L'ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA
L'attestato di certificazione energetica NON VA CONFUSO con l 'attestato di qualificazione energetica; quest'ultimo è un documento rilasciato dal costruttore (e redatto dal progettista o dal direttore lavori) contestualmente alla conformità delle opere in progetto (ricordiamo che senza questa documentazione la dichiarazione di fine lavori è inefficace) e va depositato in comune e può essere utilizzato per ottenere gli eventuali benefici di Legge per ristrutturazioni e/o installazione di pannelli solari (detrazione fiscale per risparmio energetico).
L'attestato di qualificazione energetica NON sostituisce l'attestato di certificazione energetica degli edifici, nel dubbio potete esibire alla SMEA il documento in vostro possesso per guidarvi nell'eventuale integrazione.


CONTO TERMICO





Il 28.12.2012 è stato emanato il decreto Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni (pubblicato in GU n.1 del 02.01.13 - Suppl. Ord. n. 1), meglio conosciuto come il "Conto termico".

Previsto dal decreto legislativo n. 28/2011, ha lo scopo di incentivare interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Il meccanismo d'incentivazione premia quei soggetti esclusi dalle detrazioni fiscali del 55/50% poiché non soggetti a IRPEF o IRAP, quali le amministrazioni pubbliche, ma anche altri soggetti privati che, avendo redditi limitati, non potevano beneficiare a pieno delle suddette detrazioni. Il contributo, elargito dal GSE in rate annuali uguali per 2 o 5 anni, dipende dal tipo di intervento oggetto dell'incentivazione e equivale mediamente a circa il 40% delle spese sostenute.

L'importanza di questo decreto è che incentiva gli interventi sugli edifici pubblici che, in base sia alle Direttive europee che alla Legislazione nazionale, dovrebbero fungere da esempio da seguire ma che ad oggi avevano solo un blocco dovuto al Patto di Stabilità.

Obiettivi di spesa
Il decreto mette a disposizione un impegno di spesa annuo complessivo pari a 900 milioni di euro, di cui 200 destinati alle pubbliche amministrazioni e 700 agli altri beneficiari. Raggiunto il rispettivo limite di spesa annua, i soggetti beneficiari hanno ancora sessanta giorni per richiedere gli incentivi. Non sono accettate ulteriori richieste di accesso agli incentivi fino all'aggiornamento periodico degli incentivi stessi, realizzato dal Ministero dello Sviluppo.

Beneficiari
I beneficiari, che possono avvalersi dello strumento del finanziamento tramite terzi o di un contratto di rendimento energetico ovvero di un servizio energia, anche tramite l'intervento di una ESCO degli incentivi sono:

a) le amministrazioni pubbliche, per gli interventi d'incremento dell'efficienza energetica, produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza;
b) i soggetti privati, intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito d'impresa o di reddito agrario, per i soli interventi relativi alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza.

Interventi incentivabili
Gli interventi incentivabili sono divisi in due categorie.
Gli interventi d'incremento dell'efficienza energetica, realizzati in edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, dotati d'impianto di climatizzazione.
Sono:

a) isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato;
b) sostituzione di chiusure trasparenti comprensive d'infissi delimitanti il volume climatizzato;
c) sostituzione d'impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti generatori di calore a condensazione;
d) installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione da Est-Sud-Est a Ovest, fissi o mobili, non trasportabili.

Gli interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza:

a) sostituzione d'impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
b) sostituzione d'impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa; c) installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling;
d) sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.
Infine, per le sole aziende agricole può essere incentivata, oltre alla sostituzione, l'installazione d'impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomassa. Una novità significativa è che vengono incentivate anche le spese professionali per diagnosi e certificazione energetica ma con dei tetti massimi di spesa.

Ammontare e durata dell'incentivo
Gli incentivi sono erogati dal GSE con rate annuali per la durata di 2 anni o di 5 anni a seconda della tipologia degli interventi realizzati (vedi allegato).
Se l'incentivo totale non supera 600 € il GSE lo eroga in un'unica annualità.
L'ammontare dell'incentivo dipende dalla tipologia dell'intervento. Il decreto stabilisce anche dei massimali. Il calcolo dell'incentivo è dato dal risultato di apposite formule che tengono conto di vari fattori (vedi allegato).

Accesso agli incentivi
Il soggetto responsabile deve presentare la domanda al GSE, il cui schema tipo è disponibile sul portale del http://www.gse.it, entro 60 giorni dalla data di effettuazione dell'intervento o di ultimazione dei lavori. Procedure diverse e a preventivo sono previste per le amministrazioni pubbliche, nel caso di contratti con ESCo e in altri casi.

Cumulabilità
L'incentivo non è cumulabile con altri incentivi statali, fatti salvi i fondi di garanzia, i fondi di rotazione e i contributi in conto interesse. Limitatamente agli edifici pubblici a uso pubblico, gli incentivi sono cumulabili con incentivi in conto capitale, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale. Nei casi d'interventi beneficiari di altri incentivi non statali cumulabili, l'incentivo è attribuibile nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale vigente.


IL FOTOVOLTAICO SMEA





L'impianto fotovoltaico permette di produrre, direttamente presso la propria abitazione o azienda, l'energia elettrica di cui si ha bisogno per il proprio fabbisogno; tramite l'autoconsumo (in presenza di sufficiente soleggiamento utilizzo l'energia prodotta dal mio impianto e non prelevo dalla rete) ed il meccanismo dello scambio sul posto (il meccanismo che consente di valorizzare l'energia in esubero immessa in rete secondo un criterio di compensazione economica con il valore dell'energia prelevata dalla rete nelle ore di mancata produzione fotovoltaica) si riesce a ridurre pressoché a zero il costo delle bollette, e questo per tutta la vita utile dell'impianto (30/35 anni).
L'impianto non ha bisogno di manutenzione (non ci sono parti soggette ad usura), solo una periodica pulizia dei moduli fotovoltaici ed un controllo visivo dei componenti, attività che possono essere effettuate dallo stesso utente. Al termine del ciclo di vita l'impianto può essere facilmente smaltito, non costituendo un rifiuto speciale (vetro, alluminio, plastica); inoltre Smea beneficia dell'adesione dei propri fornitori di moduli fotovoltaici ai circuiti organizzati per il conferimento gratuito dei moduli fotovoltaici dismessi.

Etica e pratica difficilmente convivono nelle iniziative umane, ad una operazione economicamente conveniente quasi sempre corrispondono delle controindicazioni in termini sociali e/o ambientali. Con un impianto fotovoltaico si fa centro, nella stessa iniziativa convergono benefici ambientali, sociali ed economici: faccio del bene all'ambiente e di conseguenza a me stesso ed al prossimo e nello stesso tempo ne ricavo un utile per il mio portafoglio.

SMEA offre il "chiavi in mano" per la realizzazione dell'impianto fotovoltaico, curando l'iter autorizzativo, i rapporti con il gestore di rete, la fornitura dei materiali, l'installazione ed il collaudo, le pratiche per l'allacciamento alla rete ed il contratto di scambio e svolge queste attività in perfetta sintonia con la propria filosofia: installare impianti nel miglior modo possibile e con i migliori materiali presenti nel mercato. Per questo Smea ha scelto la tecnologia tedesca per i moduli, quella italiana per inverter e strutture di fissaggio, il sostegno di uno staff tecnico di alto livello e la collaborazione con partners seri ed affidabili per l'installazione degli impianti.

Le configurazioni di impianto sui tetti dei nostri clienti vengono studiate caso per caso e sono frutto di un attento studio delle condizioni ambientali, dei diagrammi delle ombre e delle esigenze del cliente, al fine di elevare ai massimi livelli il rapporto benefici/investimento: non installiamo un solo modulo fotovoltaico in più di quelli perfettamente soleggiati, e ciò equivale per il cliente a pagare solamente i kw realmente attivi ed avere mantenute le aspettative di produzione e redditività prospettate.

Il panorama del fotovoltaico ha vissuto una fase di crescita frenetica con la comparsa di una molteplicità di protagonisti più o meno improvvisati: oggi più che mai affidarsi ad una realtà seria e dalla esperienza consolidata significa garanzia dei risultati e certezza del proprio investimento.


DETRAZIONE FISCALE





Da giugno 2012 e fino al 31 dicembre 2014, le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie sono state portate dal 36% al 50%, e la detrazione fiscale del 50% del costo totale è ammessa anche per l'installazione di impianti fotovoltaici, su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare, spalmata su 10 anni in rate omogenee. Installare il FV costa quindi la metà e questo vantaggio, unito al risparmio in bolletta e alla vendita dell'energia in eccesso immessa in rete, consente di recuperare in pochi anni la spesa sostenuta. Secondo l'attuale panorama legislativo, dal 1°Gennaio 2015 la detrazione passa al 40%, mentre per il 2016 torna al 36%.


IMPIANTO A CIRCOLAZIONE NATURALE





I sistemi solari a circolazione naturale sono sistemi a circuito chiuso, che funzionano a scambio indiretto e sono ideali per il fabbisogno di acqua calda sanitaria per uso domestico. Sono costituiti da uno o più collettori solari, da un serbatoio di accumulo dell'acqua (dove avviene lo scambio di calore), da un sistema di connessione (valvole, vaso di espansione, tubi, raccorderia, ecc.) e da un telaio di sostegno. Nei tubi del collettore solare passa una miscela di acqua e glicole (antigelo) che, esposta alle radiazioni solari, si scalda, diviene più leggera (si riduce la sua densità) e sale per convezione (effetto termosifone) verso il serbatoio. Il fluido, attraverso un'intercapedine del serbatoio, cede il calore all'acqua in esso contenuta, che confluisce nel circuito sanitario dell'utenza.


IMPIANTO A CIRCOLAZIONE FORZATA





A differenza dei sistemi a circolazione naturale, in questo caso la circolazione del fluido avviene mediante l'ausilio di una elettropompa comandata da una centralina elettronica, che provvede alla gestione automatica dell'impianto senza alcun intervento dell'utente, semplificandone al massimo la gestione. Opportuni dispositivi garantiscono l'utilizzo del sistema in assoluta sicurezza (valvole di sicurezza, sfiati, ecc.) . Questa tipologia di impianto permette di soddisfare le più svariate esigenze di acqua calda, per uso sanitario, industriale o per uso riscaldamento